Seleziona una pagina

di Monica Micheli*

Un’interessante ricerca conferma ciò che il buonsenso ci dovrebbe insegnare da secoli…

Impegnati come siamo quotidianamente in mille faccende (più o meno social), apprezziamo quando qualcuno ci indica dei sentieri prestabiliti che ci evitino sforzi e perdite di tempo.

Ecco perché hanno tanto successo quelli che – con un po’ di nostalgia – potremmo definire Bignami on-line di qualsiasi materia, soprattutto in fatto di atteggiamenti, comportamenti, relazioni.

Così i 10 modi per conquistarla o le 5 frasi d’effetto per ottenere una promozione sono dei post che più degli altri potrebbero avere del potenziale.

In realtà non è che sia così semplice e meccanico ottenere dei risultati seguendo delle guide rapide, così come non lo è perdere 7 kg in 7 giorni…

Ma siamo esseri attirati dal magico potere del fantomatico genio della lampada, non sappiamo proprio resistere a dare una sbirciata…

La scienza, ogni tanto, ci mette del suo per incoraggiare tale atteggiamento vagamente accidioso.

Come nel caso della ricerca sui così detti 4 CAVALIERI DELL’APOCALISSE DELLE RELAZIONI.

Lo studio condotto dall’Università di Washington ha inteso dimostrare come debbano essere evitati come la peste alcuni comportamenti, se intendiamo preservare delle interazioni interpersonali armoniose.

Ciò, per inciso, vale sia nella coppia che sul posto di lavoro.

Infatti l’analisi ha provato che i veri leader carismatici evitano di prassi i 4 Cavalieri.

Quali sono i 4 CAVALIERI DELL’APOCALISSE DELLE RELAZIONI?
  1. CRITICARE

Non vanno confuse la critica costruttiva – ovvero delle dritte date con cognizione di causa e per il bene del destinatario – con lo sgradevole e sterile atteggiamento della peppia.

Nel caso non riuscissi a contenere un commento, fa’ che sia su un comportamento modificabile della persona a cui è diretto e usa un tono e un gergo amichevole, non arrogante e astioso.

2. DISPREZZARE

Il disprezzo è qualcosa che si prova nei confronti di qualcuno a cui non siamo – o non siamo più – affezionati.

Quando in una relazione interviene questo genere di sentimento, è il caso di fare un passo indietro e capire quali siano le motivazioni.

In ogni caso, il rispetto non ammette disprezzo nei confronti di alcuno, perciò è inammissibile nei rapporti di qualsiasi natura.

La via è di ricercare motivazioni nuove per apprezzare quella persona che ora come ora non ci sta particolarmente a genio.

3. STARE SULLA DIFENSIVA

E’ sempre colpa di qualcun altro, secondo il tuo punto di vista?

Tendi ad accampare scuse?

Sei diffidente?

Cerca di ascoltare gli altri e di capire appieno le motivazioni che li portano a rivolgerti delle rimostranze.

Con un pizzico di disponibilità e di umiltà potresti arrivare a comprendere che ha le sue buone ragioni.

4. OSTRUZIONISMO

Non rispondere e chiudersi nel silenzio.

E’ un atteggiamento piuttosto diffuso nell’intento di evitare il confronto.

Non è però efficace né proficuo ai fini delle relazioni.

Infatti non consente uno scambio di opinioni e mal dispone chi vi è coinvolto.

Anche se non hai nulla da dire, ascolta con attenzione e riservati di esporre la tua visione in un secondo momento, quando ci avrai ragionato con calma.

 

Se ti interessano altri approfondimenti in merito all’intelligenza emotiva, potresti leggere il nostro approfondimento.

Monica Micheli

 

 

 

Monica Micheli, prima vera esperta di Cucina Afrodisiaca ed Evoluzione Relazionale, owner del web-magazine www.ErosKitchen.com

Scrivici su whatsapp!
Invia