Seleziona una pagina

5 motivi (+ 1) per cui una coppia scoppia

La vita di coppia, si sa, è come un giro sulle montagne russe, specialmente se condivisa.

Tra alti e bassi ci si destreggia nella routine quotidiana, imparando a conoscersi e cercando di fare in modo che il “vissero felici e contenti” duri, davvero, per sempre.

Eppure, è proprio la routine quotidiana, quella fatta di tappi del dentifricio lasciati aperti, di calzini spaiati dispersi in lavatrici mai stese, di piedi gelidi sotto le lenzuola, di tira e molla per la gestione del telecomando, che mette a dura prova la coppia perché svela il carattere del partner, rivelandone segreti e verità nascoste.

Secondo il sociologo Mario Abis sono 5 (+ 1) i motivi che portano le coppie a scoppiare…scopriamoli assieme.

  1. La scoperta del partner nella vita quotidiana:

Ci sono abitudini da cui le persone difficilmente possono scollarsi. Talvolta, quando emergono all’interno della coppia funzionano, talvolta meno. Spesso, non vengono fuori finché una convivenza o il matrimonio non ne diventano la cassa di risonanza. In quel momento il partner potrebbe rimanerne spiazzato, oppure, nel migliore dei casi, restarne folgorato. Come fare in modo che la coppia non scoppi? Raggiungendo un compromesso perché l’incapacità di rinunciare a determinati tratti della propria individualità può creare una dimensione di coppia che sfocia nella separazione.

  1. Disorientamento a causa delle nuove condizioni della vita di coppia:

Quando si parla di vita di coppia, i cambiamenti coinvolti non sono solo emotivi ma anche logistici. L’ambiente spesso è la prima cosa a cambiare: nuovo contesto abitativo, nuova città, nuove relazioni, nuove abitudini. Spesso questi cambiamenti possono sorprendere negativamente uno dei due partner che accetta con più fatica lo stravolgimento delle sue condizioni di vita precedente. Non essere in accordo sull’arredamento della propria casa potrebbe essere una delle prime cause di crisi di coppia. Il disorientamento iniziale, se non accettato, può portare alla rottura dei meccanismi alla base dell’intimità di coppia.

  1. Relazioni con la famiglia d’origine del partner:

Il livello di dipendenza del partner dalla famiglia d’origine può essere un fattore determinante della riuscita di una relazione di coppia. Quando le famiglie sono validi alleati della coppia, quest’ultima ha un supporto in più per funzionare. Tuttavia, nel momento in cui i famigliari siano troppo invasivi, questo può rappresentare un elemento di intrusione della vita di coppia e comprometterne i meccanismi e la riuscita.

  1. Mancanza di affinità sessuale:

Ammettiamolo: una delle maggiori cause per le quali le coppie decidono di lasciarsi è la mancanza di affinità sessuale. Non solo un calo del desiderio ma anche il non saper mantenere alta l’empatia e il coinvolgimento sotto le lenzuola. Il risultato? L’amore si fa, ma con qualcun altro.

  1. Impossibilità di creare delle abitudini condivise:

Il malessere per le abitudini quotidiane non condivise può essere un elemento di rottura della relazione. Dalla condivisione dei pasti a quella del tempo libero, è fondamentale che una coppia trovi il tempo per cementare delle abitudini condivise. Nei casi in cui ciò non avviene questo provoca un’impossibilità di adattarsi allo stile di vita dell’altro e quindi, di crearne uno nuovo, condiviso.

  1. Valori di riferimento diametralmente opposti:

Ciò in cui si crede a cui si dà valore è la base sulla quale va costruita qualunque vita di coppia che funzioni. Quando mancano questi presupposti è pressoché impossibile aspettarsi che il rapporto duri. In questi casi, la diversità cementifica la lontananza di intenti e visioni.

Curioso di scoprire i segreti per far in modo che la tua coppia non scoppi?

 

Seguici sui nostri canali social per tutti gli aggiornamenti e non mancare all’evento: l’appuntamento è per il 26 maggio, presso lo Junior Club di Bologna.

Ti aspettiamo!

 

 

Scrivici su whatsapp!
Invia