Seleziona una pagina

DA FRUTTO DI ADONE DELLA GRECIA ANTICA ALLE FRAGOLE E CHAMPAGNE

Un frutto, un piccolo cuore rosso che simboleggia amore e passione sin dalle epoche antiche. Sembra già che gli antichi cacciatori delle caverne in Europa centro-occidentale fossero già golosi della fragola selvatica così come gli antichi greci e poi dei romani, che ne apprezzavano già le qualità afrodisiache consumandone in gran quantità durante le feste dedicate ad Adone. E che cosa sono per la mitologia le fragole se non le lacrime di Venere che cadono dal cielo dopo la morte del suo bell’ Adone?

Più di tutti però è il Medioevo a donare alla fragola la nomea di “frutto della tentazione”, sponsorizzate poi come rimedio per il mal d’amore. Tuttavia dobbiamo aspettare il Re Sole per donare alla fragola la fama che meritano. Coltivati nei giardini di Versaille le fragole erano spesso protagonisti nei giochetti amorosi delle dame di corte, esplicito invito per il cavaliere prescelto.

Percorrendo gli usi e costumi delle epoche arriviamo al 1900 dove, assieme allo champagne, la fragola diventa l’aperitivo per eccellenza in cene intime diventando così l’abbinamento senza tempo della seduzione.

RICETTE GOLOSE

Eccezionali come dessert da consumare al fresco con un po’ di zucchero e una spruzzatina di limone o vino bianco,  non molti sanno che la fragola può far parte anche di un innovativo sugo da prima portata. Le tagliatelle alle fragole costituiscono un primo gustoso e ricco di vitamine, molto facili da preparare:

Ingredienti: 600 gr di fragoline di bosco (se non le trovate usate pure quelle che si trovano nei negozi), 80 gr di mandorle, 50 gr di pistacchi pelati, 2 uova, 2 cucchiai di farina, un bicchiere di latte, 3 cucchiai di zucchero, burro.

Riempire una ciotola di farina, aggiungendo lentamente del latte. Mescoliamo bene per evitare la formazione di grumi. Sbattere delle uova a parte con un cucchiaino facendo amalgamare latte e farina. Preparare così delle piccole crêpes, aggiungendo una piccola porzione di burro.

Dopo aver fatto ciò è bene prepararsi con le fragole: facciamole frullare 300 grammi scaldandole in un pentolino con l’aggiunta di 2 cucchiaini da zucchero. Tagliamo così gli altri 300 grammi  aggiungendole ai pistacchi sgusciati.

Ora siamo pronti a tagliare le crepe preparate in precedenza per formare delle tagliatelle. Versiamo sopra il primo estratto di fragola e l’insieme di pistacchi e fette, aggiungendo in fine le mandorle tritate.

 

LEGGI ANCHE: BAVARESE ALLE FRAGOLE

 

 

 

Scrivici su whatsapp!
Invia