Seleziona una pagina
La possibilità di provare l’orgasmo, nella donna, aumenta con il rapporto anale

Per molte donne è ancora un tabù.

Eppure il sesso anale rappresenta un’opportunità per il piacere femminile…

A confermarlo, una ricerca sulla differenza di genere relativa agli orgasmi realizzata dall’Università dell’Indiana.

Innanzitutto, per quanto riguarda il campione di poco meno di duemila intervistati, è emerso che il 92% degli uomini e il 98% delle donne erano eterosessuali.

A tutti è stato chiesto quale atto stavano praticando quando hanno raggiunto l’orgasmo nel loro ultimo rapporto sessuale.

La scelta da indicare si componeva di 6 proposte: masturbazione di coppia (non necessariamente senza i vestiti), sesso orale praticato, sesso orale ricevuto, rapporto penico-vaginale, sesso anale ricevuto e sesso anale praticato.

Dalla ricerca, concentrandosi sul risultato femminile, emerge che le donne raggiungono più facilmente l’orgasmo con la masturbazione di coppia o con il rapporto penico-vaginale (64%), preceduti sul podio dal rapporto anale ricevuto, che garantisce il raggiungimento del piacere nel 94% dei casi (gli uomini nel 100%, grazie alla conseguente stimolazione della prostata).

Tra le considerazioni possibili, c’è quanto ancora le donne conoscano poco il proprio corpo e siano vittime di forze sociali che privilegiano il piacere maschile.

Inoltre va detto che la possibilità di provare piacere è correlata all’alternanza di diverse modalità nello stesso rapporto.

Da che si evince che le donne che praticano sesso anale sono parte di una coppia più fantasiosa e si concedono sperimentare.

Scrivici su whatsapp!
Invia